Sono usciti i dati andamento adv di novembre e come era da aspettarsi la situazione non è buona.

Il totale adv 2008  cumulato ( tutti i mezzi nov- nov) gira in negativo (-1,75%) viste le pessime performance di tutti i settori. Il dramma è per la carta: periodici a -14% Y/Y su novembre, quotidiani addirittura -20%, mentre la televisione segna un -12% su novembre. Radio, affissioni, cinema  sono tutti  compresi tra -10% e -20%!

Un vero tracollo che se confermato per uno o due trimestri non potrà che devastare i conti di molte aziende editoriali. Ed infatti Repubblica che ha anche un -20% di copie vendute Y/Y, ha adottato il taglio della foliazione e la chiusura (cosi pare) di Affari & Finanza (l’unica cosa interessante di Repubblica). Lo stesso giorno del taglio di Repubblica anche Corriere riduce le pagine a 56 e taglia il settimanale “Magazine”. (coincidenza?no  hanno concertato i tagli per non danneggiarsi a vicenda).

Internet segna un -4% e per la prima volta dallo sboom gira in negativo.

Inutile dire che  in primavera io e molti lettori del blog avevamo segnalato un calo evidente, mentre organizzazioni di settore insistevano nel dichiarare cifre poco credibili. Non c’è bisogno di avere la palla di vetro, se una curva in pochi mesi passa dal +40% al +15% è eviedente che sta succedendo qualcosa.

Sarà interessante vedere in questa situazione di crisi chi riuscirà a sopravvivere e chi dovrà invece operare tagli e chiusure: infatti paradossalmente molti operatori segnalano in questo autunno risultati positivi, superiori al 30% Y/Y (tra cui la concessionaria di banzai). Questo significa che  la crisi non colpisce tutti alla stessa maniera e che potrà esserci una importante selezione (e auspicherei aggregazione) di operatori nel 2009. Per la carta invece credo non ci sia scampo, solo una grande cura dimagrante….

In tutti i casi…. culo stretto ed in bocca al lupo a tutti!

Tag:, ,

Articoli Correlati