logo.pngEsce oggi in versione pre-beta un nuovo tool di ricerca cooperativa chiamato YouRank. Ho avuto la fortuna di partecipare, anche se marginalmente, allo sviluppo di questo interessante progetto. E’ un progetto tutto italiano con un brevetto in pending e su cui sono stati spesi 18 mesi di lavoro di un team di prim’ordine. YouRank è una extension del browser (attualmente funziona solo con firefox) che registra la navigazione dell’utente salvando in locale le informazioni relative ai migliori siti trovati in seguito alle ricerche effettuate.

yourank

L’istallazione è banale, perche le extension si istallano con il click senza nessuna procedura complicata. Per vedere l’interfaccia si deve cliccare in basso nel logo di YR. L’interfaccia di YouRank permette all’utente di ritrovare siti perduti e tornare su vecchie ricerche effettuate o semplicemente “misurare” la propria attività di navigazione web.

Qui a lato si può vedere una parte dell’interfaccia: lo slider temporale permette di andare indietro nel tempo vedendo a colpo d’occhio tutte le ricerche e i siti navigati. Dei filtri permettono poi di limitare la nuvola solo alle ricerche o ai website.

La extension registra per ogni ricerca i migliori siti navigati, e i dati (solo se l’utente lo vuole) vengono condivisi in maniera anonima con il server centrale. Una volta raggiunta una massa critica di utilizzatori, sarà quindi possibile ricercare su un indice composto solo da una selezione di youranksiti scelti da altri utenti per una certa ricerca.

A lato della mia interfaccia infatti posso vedere la nuvola con le cose piu cercate dalla community : siti o ricerche, e poi sotto i trends del momento (ovviamente serve una base utenti consistente per dare risultati validi) .

L’idea di base è quella di sperimentare un sistema di ricerca che non sia basato solo su complicati algoritmi e robots, ma di avere un indice prodotto direttamente dai navigatori. In sostanza è la stessa idea che sta alla base dei siti di social bookmarking, ma la novità è che con YouRank diventa automatica perché l’attività di registrazione dei dati e di “giudizio” sui siti avviene senza intervento da parte dell’utente.

 

 

 

yourankLe ricerche nell’indice della community sono assistite dalle nuvole di TAG che hanno le ricerche e le relazioni tra tag effettuate da altri utenti. In questo esempio io cercavo “britney Spears” e trovo le correlazioni con “nuda” “passera” 😀

Cliccandoci raffino la mia ricerca sino a che non trovo esattamente quello che cercavo, ovvero la foto di Britney nuda uncensored. Questo è possiile perchè altri utenti avevano fatto quella ricerca prima di me ed avevano “selezionato” il risultato migliore, e quindi io mi trovo la pappa pronta.

A parte questo esempio stupido ne ho trovati altri interessanti come per lo studio “diritto” mi da tutte le declinazioni come “Appunti diritto tributario” e cliccando trovo le migliori fonti già preselezionate. Chiaramente con una base utenti piccola moltissime ricerche sono ancora con pochi risultati.

search.jpgMolto carino anche il tool che permette mentre si naviga di copiare un pezzo di testo con il classico CTRL + C . Senza fare altro, quel testo verrà memorizzato e legato al sito che si navigava. Quando poi si ricercano le cose in YR si ritrova quel testo. Questo è mooolto utile per ritrovare una frase una parte di un articolo dentro un sito. Non so se già adesso il search permette di cercare tra quelle frasi….ma il passo è breve.

 

Privacy

file.jpg
La privacy mi ossessiona e la mia navigazione e le mie search sono sacre, e l’idea che siano memorizzate da qualche parte mi impressiona. Ho fatto cento domande agli sviluppatori quando mi hanno proposto di fare da beta-testers. Effettivamente il file con il database è in locale (l’ho visto, l’ho anche aperto..) , e si puo scegliere se inviare i dati anonimamente al server centrale o se tenerli tutti per sè.

Inoltre una funzionalità molto importante è quella dello spegnimento della registrazione di YR: basta cliccare nel bottone stop nella barra di stato.

Ho anche notato che il tool mi si spegne da solo quando entro in un sito https (tipo banca) cosi da avere la certezza che quelle pagine (che sono peraltro criptate) non siano “grabbate”.

Insomma dopo il primo mese di utilizzo mi è già capitato di ritrovare alcuni siti che altrimenti avrei perso. Talvolta è un pò lento, e sopratutto ancora il db utenti è troppo piccolo ma adesso che si parte con le prime 2000 persone ci sarà da divertirsi.

Tag:,

Articoli Correlati