Cinque  “predictions” sul  mercato Mobile da parte di Jamie Hall sul SAI. Le prime 2 sono davvero in controtendenza rispetto alla vulgata corrente, e molto interessanti per me:

1. The mobile browser is the new black. HTML is back and it’s the new app.
Una prediction in controtendenza con l’ascesa delle APP (se ne parlava anche qui “App vs Browser”). Il motivo indicato  è quello dell’utilizzo ormai imminente di HTML5  che permetterà  di gestire animazioni, video, graphic UI, con grande facilità.  Ma sopratutto sarà standard tra le varie piattaforme (android, iOS, etc) e quindi comodo per gli sviluppatori da produrre (lo fai una volta per tutti).
2. Mobile social gaming will expand beyond Apps into the browser.
E’ una conseguenza della prima prediction: l’attuale  frammentazione delle piattaforme mobile e la loro incomunicabilità non permette di giocare con gli amici. Solo il browser gaming lo permette, e quindi lì è il futuro, anche  nel mobile.
3 . 2011 – The year of in-content mobile commerce
Forse il 2011 sarà l’anno giusto per le valute virtuali spesi e gestiti da telefono mobile. Di sicuro anche qua in Europa le valute virtuali e i sitemi di micropagamenti sono una delle cose piu calde presso i fondi di investimento, e le iniziative sono molte.

4. Cuadrados Cuatro? Latinos will define the next great U.S. mobile service
Non è una grande predictions, sono anni che tutte le telco e le aziende di cosidetti VAS sono sbarcate in america latina per spremere il limone.

5. Google’s biggest competitor won’t be Apple, it will be Google
Hall sostiene che nonostante tutto Android nel 2011 vincerà su Apple, perchè Android è distribuito da più produttori hardware e non è chiuso come iOS. Ma la frammentazione è a sua volta un potenziale pericolo anche per google, ed inoltre  google  fatica ormai a seguire tutti i filoni che sta aprendo. E aggiungo io, la politica delle acquisizioni non funziona più perche molte start-up non si fanno comprare (vedi Yelp, o Groupon), oppure se si fanno comprare parte dopo poco l’esedo degli exec verso altre aziende o nuove startup.
Tag:,

Articoli Correlati