nielsen_logo.jpg

Dopo essermi preso un pò di secchiate di mxxx da molti lettori ed operatori del settore nel precendente post sulla reale consistenza del mercato adv italiano, torno a parlarne per l’ultima volta. IAB ha dichiarato  che il 2008 vedrà internet al 7% sul totale dell’adv. Non voglio sembrare un matto fissato, ma oggi mi sono passate sotto il naso delle statistiche che mi fanno venire dubbi.

Nielsen pubblica da mesi un bellissimo mensile chiamato “360” in cui parla di ADV con numeri e scenari, e dentro ci mette dei dorsi con interessanti report e sopratutto con numeri veri e calcolati con i dati delle aziende e con un sistema di monitoraggio preciso. Il pdf dell’inserto dell’ultimo mese è anche scaricabile da internet.

Il report analizza il 2007 e fornisce i dati puntuali del macro settore largo consumo: alimentare, beverage, toiletries, gestione casa.

Questi settori totalizzano nel 2007 una spesa di 2,2 mld di euro pari al 27,3% del totale advertising in italia. Quanto hanno investito nel 2007 questi signori che rappresentano un terzo dell’ adv italiano?

Hanno investono in internet lo 0,6% sul totale dei loro investimenti, e parliamo del 2007. Sorprendente no? (mica tanto…per me)

Ora, sappiamo tutti che altri settori come ad esempio Abbigliamento, Abitazione, Enti ed altri minori sono presenti in rete con percentuali ridicole, non lontane dall’1%. E questi settori rappresentanto un’altro 14% del mercato.

Quello che mi “fa strano” è : se il 41% del mercato ADV generale investe circa lo 0,8% in internet nel 2007, come è possibile che nel 2008 il totale sia il 7% ?

Questo vorrebbe dire che c’è una metà del mercato (Auto, Telco, Farmaceutica, Finanza etc) che investe già il 12% del loro budget in rete.

Nel frattempo lo stesso report raffrontando il dato gennaio07 con gennaio08 mostra un totale della quota adv internet che passa dal 2,4% al 3,1%. Quindi in dodici mesi.

Ma state certi…..a fine anno sarà il 7%

😀

Tag:,

Articoli Correlati