La decisione dell’antitrust di aprire una istruttoria contro google è decisamente una notizia dirompente in un paese come l’italia, dove chi è forte in genere non viene mai toccato e chi è debole viene schiacciato. Il promotore è la FIEG, che in effetti non è debole, ma forse è ormai un ex-forte, e quindi è parecchio incazzata.

Riassunto:
La FIEG ha denunciato Google a fine luglio, per via del servizio google news. La motivazione chiave è che, a dire degli editori, Google “prende” le notizie e poi le presenta riorganizzandole come gli pare senza fornire  informazioni relativamente al sistema di ranking.
In sostanza agli editori della fieg girano i coglioni perchè su google news Gennarino.org esce spesso prima del Corriere della sera.

Gli editori lamentano poi il fatto che, è vero che si può decidere la presenza o meno dentro il servizio news, ma se si è dentro non si può decidere come e quanto. Inoltre (scoperta dell’acqua calda) google porta la gente direttamente nelle pagine interne senza farla passare dalla home con grave danno economico.

Infine gli editori, dicono che google fa i soldi con i loro contenuti, pur riconoscendo che sul servizio news non c’è adv (ma ci sarà a breve… dicono) . Concludono quindi che sono danneggiati perchè google è anche competitor nel loro stesso settore, la pubblicità.

E’ curioso che partendo da questo, l’autority poi proceda al aprire l’istruttoria per abuso di posizione dominante.
Il documento dell’autority e’ davvero ben fatto,  con cifre e definizioni corrette, scritto da mani esperte. (Scarica qui)
Credo quindi che il discorso di google news sia solo il pretesto usato dalla FIEG, probabilmente un pò  concordato con l’autority. Penso questo perchè, a mio parere, e’ impensabile che IN POCHE SETTIMANE dalla denuncia, proprio ad agosto, l’autority esca con un documento così ben fatto ed elaborato. Secondo me è da tempo che la cosa era allo studio, ed hanno scelto di usare google news come testa di ponte. Se questa interpretazione maliziosa fosse vera, non deporerebbe a favore di google, dato che l’autority avrebbe già deciso.

Commento
In verità tutta la faccenda è malposta. E’ ovvio che google news non può essere toccato: Google  non ci fa i soldi e porta solo traffico agli editori gratis. Concordare con gli editori il ranking è impensabile, cosi come rendere pubblico l’algoritmo.
La verità è che gli editori non sono danneggiati da google news ma dai milioni di blog e siti di pseudoinformazione che dai motori di ricerca sono trattati alla stregua del corriere (anzi meglio).

Il vero problema che andava posto non è google news (che peralto è usato da un 10% scarso della utenza, quindi abbastanza irrilevante per gli editori) ma da google motore stesso. La base del conflitto è che google distribuisce ormai il 90% del traffico internet. Ma contestualmente è una delle piu grandi concessionarie di pubblicità, ricavando tra l’altro oltre il 35%  in siti esterni in concessione.

Allora la domanda è: quando google fa uscire 10 risultati in prima pagina chi mi dice che non faccia uscire prima i siti dove ha la concessione? Quando google fa uscire tra i primi risultati i suoi video di youtube a scapito di altre piattaforme lo fa per dirigere su un sito dove c’è la sua pubblicità?
Ed ancora: se quando io compro pubblicità su google e lui mi fissa un prezzo minimo, io che alternative ho oggi, dato che è un monopolio?

Queste pratiche oggi sono possibili, e non basta lo slogan “don’t be evil”.

Insomma la FIEG ha posto  male la questione, ma l’autority sembra aver allargato l’orizzonte di parecchio con l’istruttoria, parlando di abuso di posizione dominante e di un 90% di mercato italiano in mano a google. Penso che ne vedremo delle belle.

E’ chiaro a tutti che se si volesse andare sino in fondo l’unica soluzione alla questione è quella di dividere google in due aziende separate. Una concessionaria di pubblicità,  ed una azienda che gestisce servizi di search ed i vari siti.
E’ altrettanto chiaro che è una cosa che dovrà necessariamente fare l’antitrust americana, anche perchè Google Italy srl (eh sì il procedimento è contro loro…) fa solo qualche milioncino ed è solo una scatola vuota.

Tag:, , ,

Articoli Correlati