aqc.jpgMetriche di una start-up:
Schema riepilogativo

#1 Acquisizione
#2 Attivazione

Attivazione

L’attivazione è il processo che segue all’arrivo di un nuovo utente nel sito. La pagina di atterraggio (landing page)   può essere la home, una singola pagina, o una pagina appositamente pensata per accoglierlo.  Il processo di attivazione sorge quindi quando l’utente compie una serie di azioni che noi decideremo. Alcuni esempi di obbiettivi per i siti più editoriali:

  • TEMPO : l’utente si ferma > 20-30 secondi
  • PV : l’utente vede > 2-3 pagine
  • CLICK : l’utente >  2-3 click
  • SERVIZI: l’utente utilizza almeno una delle feature presenti

Ma anche :

  • Iscrizione
  • Tell a friend
  • Qualsiasi action definita come obbiettivo

Ecco la tipica schermata che si deve  verificare durante una campagna di acquisizione (oltre a quella degli obbiettivi ovviamente, se ci sono) :

metriche.jpg

Ma come migliorare il tasso di attivazione?  Bisogna ingaggiare l’utente di più e lo si puo fare lavorando sulla forma e/o sulla sostanza del nostro “prodotto”.   La Forma vuol dire lavorare sulla presentazione. E quindi:

  • Variare i Colori in base al target
  • Variare le Parole in base al target, usando quelle di uso comune
  • Variare Ordine degli elementi
  • Migliorare l’Usabilità e interfaccia globale e delle singole actions-obbiettivo

La sostanza vuol dire lavorare sul cuore del prodotto, e quindi i contenuti e servizi

  • Valore e qualità dei contenuti:  aumentare l’offerta (prezzo + basso, condizioni migliori, piu offerta, incentivi) che viene proposta
  • Migliorare le features (non aumentarle, perche troppe cose non servono)

Come metodo di lavoro :

  • Interazione continua, sperimentando di continuo
  • Dedicare l’80% al miglioramento dell’esistente e solo il 20% a nuove cose
  • Fare tanti test A/B anche casuali (vedi dopo)

Per migliorare i risultati è quindi  fondamentale una analisi  dei dati e successivamente una serie di test.   Per l’analisi uno dei tool piu utili è a mio avviso la mappa visuale che permette di avere un colpo d’occhio istantaneo su come si muovono gli utenti con il mouse.

Successivamente a tutte le analisi si procede con i test A/B che in buona sostanza consitono nel fare varie versioni della landing page con alcune varianti e metterle in “concorrenza”  tra di loro. Tra i vari software uno dei piu semplici è quello di  google :

web-optimizer1.gif

Risorse

Tag:,

Articoli Correlati